Allacci abusivi alla rete idrica: Tre denunce dei carabinieri nel Crotonese

fonte: WeSud

I Carabinieri della Compagnia di Crotone, in collaborazione con il consorzio di bonifica “Calabria”, hanno avviato un’operazione di controllo mirata a contrastare gli allacci abusivi e l’uso improprio della risorsa idrica, concentrandosi sull’ambiente extraurbano e sull’acqua destinata all’irrigazione.

Nei giorni scorsi, i controlli effettuati dai carabinieri delle stazioni della Compagnia di Crotone, insieme al personale del consorzio, si sono concentrati principalmente sul bacino del fiume Neto e sulle condotte idriche ad esso collegate. Durante le verifiche, sono stati ispezionati numerosi accessi e allacci, la maggior parte dei quali è risultata regolare.

Tuttavia, in tre casi, riguardanti altrettanti soggetti e aziende situate nella valle del Neto, è stato riscontrato un allaccio abusivo alla rete consortile. Il personale del consorzio di bonifica ha provveduto a interrompere immediatamente il collegamento illegale e ha invitato gli interessati a regolarizzare la propria posizione contrattuale. Nel frattempo, i carabinieri hanno deferito i responsabili all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato d’acqua.

Questi controlli dimostrano la ferma volontà di contrastare l’uso abusivo e indiscriminato di una risorsa preziosa come l’acqua, evitando sprechi e promuovendo una gestione più consapevole e razionale. L’attività di controllo, condotta in sinergia tra Regione Calabria, consorzio di bonifica e Arma dei Carabinieri, proseguirà nelle prossime settimane, estendendosi a tutto il territorio provinciale.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top