Crotone, tra leggenda e attualità: Il Liceo Pitagora riscrive la storia con “Ilio Viva”

fonte: WeSud

Nel panorama educativo e culturale, il Liceo Pitagora emerge ancora una volta come un faro di creatività e impegno, grazie al brillante successo del suo progetto teatrale annuale. Sotto la guida ispirata della Dirigente Scolastica, la Prof.ssa Natascia Senatore, e con la collaborazione preziosa dell’associazione “Koinè”, gli studenti hanno dato vita a uno spettacolo avvincente e riflessivo intitolato “Ilio Viva”.

Questo progetto, ormai consolidato nell’identità della scuola, non è solo un’opportunità per gli studenti di esprimere la propria creatività, ma anche un veicolo per esplorare temi universali e attualissimi. La scelta di portare in scena la guerra di Troia, un classico intramontabile della letteratura, si è rivelata particolarmente significativa in un momento storico in cui il mondo è ancora alle prese con conflitti e divisioni.

Attraverso il laboratorio teatrale, i ragazzi del biennio e del triennio hanno avuto l’opportunità di immergersi nell’universo epico dell’Iliade di Omero, rivivendo le gesta degli eroi e dei personaggi mitici che popolano questa narrazione millenaria. Ma ciò che rende davvero speciale questo progetto è la capacità di connettere il passato al presente, di far dialogare il mondo antico con le sfide contemporanee.

Il regista Francesco Franco ha saputo cogliere appieno l’essenza di questo connubio tra antico e moderno, offrendo al pubblico uno spettacolo coinvolgente e provocatorio. “Ilio Viva”, liberamente tratto da “La guerra di Troia non si farà” di Giraudoux, si presenta come un monito contro la follia della guerra e un invito alla riflessione sulla pace e sulla non violenza.

Sul palcoscenico del Liceo Pitagora, gli studenti hanno dato vita a un’affascinante miscela di mito e contemporaneità, incarnando personaggi leggendari come Ettore, Andromaca, Ulisse e molti altri. La loro interpretazione ha saputo cogliere l’essenza dei conflitti umani e la ricerca disperata di una via d’uscita dalla spirale della violenza.

Ma “Ilio Viva” non è solo uno spettacolo teatrale: è un messaggio forte e universale che invita ognuno di noi a riflettere sulle conseguenze della guerra e sull’importanza della pace. Attraverso la magia del teatro, il Liceo Pitagora ha dimostrato ancora una volta il suo impegno per la formazione integrale dei suoi studenti, educandoli non solo alla conoscenza, ma anche ai valori umani e civili.

Un sentito ringraziamento da parte dell’intera comunità del Liceo Classico Pitagora  va a tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto si legge in un comunicato : dagli studenti agli insegnanti, dal regista agli operatori dell’associazione “Koinè”. Grazie alla loro passione e dedizione, “Ilio Viva” è diventato non solo uno spettacolo teatrale, ma un’esperienza culturale e umana di straordinario valore. L’ ennesima prova di elevato spessore culturale del liceo Pitagora, guidato dalla Dirigente Scolastica , prof.ssa Natascia Senatore. Grazie ad Angela Ferlaino, Saverio Vaglico,  Michele Cavallo, Valentina Ceraso, Giada De Fine, Irene Parretta, Francesca Rispoli, Dionisia Scalera, Gianluca Scotto, Andrea Barbieri, Alba Cala

Il Liceo Pitagora conferma così il suo ruolo di protagonista nella promozione della cultura e dell’arte, dimostrando che l’educazione non si limita ai confini delle aule scolastiche, ma si estende alla vita stessa.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top