Enogastronomia

Sapori forti e decisi, influenzati dalla grande biodiversità della terra di Calabria. La cucina crotonese in particolare è molto varia, con alcuni prodotti che sono diventati di nicchia e sono sempre più ricercati per le loro particolarità.

Della cucina crotonese fa parte il rinomato pane di Cutro, famoso in tutta la provincia per la bontà delle sue farine ed è annoverato tra i pani migliori d’Italia.  Tra i piatti tipici ci sono le vrasciole fritte (polpette a base di carne e pane), i pip e patate (peperoni e patate fritti insieme), la parmigiana crotonese, i covatelli alla crotonese (cavatelli con sugo di salsiccia) e anche piatti a base di pesce.

Ci sono alcuni prodotti che sono espressione del territorio, come la sardella di Crucoli (neonata di pesce macinata con peperoncino in polvere), detta anche il caviale dei poveri, i pummadori sicchi (pomodori secchi), i pipi salati (peperoni salati) e diversi prodotti sott’olio e il formaggio Pecorino Crotonese.

Tra i dolci tipici, invece, troviamo le “cuzzupe”, le pitte ‘chiuse o Pitte della Madonna“, i “crustuli” e i “tardiddri”.

La provincia di Crotone, inoltre, è rinomata per i suoi vini, la maggior parte dei quali nati dai vigneti presenti tra Melissa, Cirò e Rocca di Neto. Sono diverse le case vitivinicole attive e che esportano i propri prodotti in diversi Paesi del mondo.

To top