Danilo Ruggiero domina la Capocolonna-Crotone: trionfo in solitaria con un tempo sotto i 32 minuti

fonte: WeSud

Dieci chilometri di pura emozione, bellezza e fatica. Questo è stato il percorso che ha visto 200 corridori partire dal suggestivo santuario di Capocolonna e arrivare al lungomare cittadino, lungo un tracciato affascinante intriso di sudore e passione. Il traguardo, posto a piazzale Ultras, ha visto emergere come vincitore Danilo Ruggiero, uno dei favoriti della vigilia, che ha offerto una performance di alto livello, tagliando il traguardo in solitaria con un tempo inferiore ai 32 minuti.

Alle sue spalle, il giovane talento della Sakro, Matias Rizzotto, con un tempo di 33’53”, ha conquistato il secondo posto, seguito da Charles Elshaikh della Magna Grecia Cassano, che ha chiuso il percorso in 34’33”.

In campo femminile, Francesca Paone della Marathon Catanzaro ha trionfato con un tempo di 41’19”, seguita da Eugenia Strano, anch’essa della Hobby Marathon Catanzaro, che ha completato la gara in 42’14”. A completare il podio femminile è stata Caterina Leuzzi dell’Atletica Colleferro, con un tempo di 46’14”.

L’evento è stato una vera e propria festa di sport e corsa, che si è svolta in un contesto estremamente suggestivo. Questo appuntamento è ormai diventato un evento fisso della stagione podistica, attirando numerosi atleti da tutta la Calabria e non solo.

Impeccabile l’organizzazione della Milonrunners, che ha curato ogni dettaglio: dal trasferimento dei corridori in autobus a Capocolonna, al ristoro lungo il percorso, fino alle medaglie per i partecipanti, il buffet a fine corsa e la premiazione finale. Una giornata di sport che ha unito atleti e spettatori in una celebrazione della passione per la corsa e il territorio.

Danilo Ruggiero,
il vincitore, ha condiviso le sue emozioni riguardo alla corsa: “È sempre una grandissima emozione correre nella propria città, poi essere accolti all’arrivo dai cittadini crotonesi è fantastico! Abituato a correre forse troppe volte fuori, le emozioni sono bellissime quando poi corri nella propria città, quindi ben vengano eventi del genere. Questa gara, la Capocolonna-Crotone, è una gara un po’ particolare, nel senso che inganna col fatto che uno pensa sia in discesa ma l’inizio si sale un pochino, quindi bisogna fare attenzione ovviamente a non strafare soprattutto quei primi 3-4 km. Poi dopo è un po’ più facilitato il discorso. Oggi particolarmente le condizioni climatiche hanno aiutato: tasso di umidità sempre alto però c’era quel venticello che un po’ spingeva ed era facile.”

Ruggiero ha poi delineato i suoi piani futuri: “La stagione estiva per me è strapiena: il 16 c’è una gara sempre a San Giovanni, il 22 c’è un meeting importante a Cosenza. Poi ho intenzione nel periodo estivo di iniziare la preparazione su in montagna, quindi quest’anno voglio dedicare più tempo a questi dettagli e poi riprovare a fare di nuovo la maratona, visto che la prima è andata molto bene. Incrociamo le dita per la seconda e cerchiamo di fare qualcosa a livello internazionale di più concreto.”

Un’atmosfera di festa, sport e comunità ha reso questa gara indimenticabile, con la città di Crotone che ha accolto calorosamente i corridori e ha celebrato insieme a loro una giornata di successi e passione.

 

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top