Ondata africana: Caldo insostenibile e un’afa che sembra non dare tregua

fonte: WeSud

L’11 luglio si conferma una giornata torrida, con un’ondata di caldo che potrebbe durare per almeno i prossimi 15 giorni, come avvertono gli esperti meteorologici. Lorenzo Tedici, meteorologo di IlMeteo.it, prevede che l’anticiclone africano porterà temperature estremamente elevate, notti tropicali e un’afa opprimente per almeno due settimane.

Tedici sottolinea che questa ondata di caldo sarà particolarmente pericolosa per la sua persistenza. “Prepariamoci in tempo e tiriamo fuori tutto il necessario: pazienza, prudenza, ventilatori e tanta acqua da bere per attenuare la potenza e la durata di questo temibile anticiclone africano,” ha dichiarato il meteorologo.

Le regioni più colpite da questo caldo intenso includono la Sardegna, la Sicilia e generalmente tutto il Sud Italia, dove il bollino rosso è stato affisso per avvisare dell’emergenza legata all’ondata di calore. Questo segnale indica che le condizioni meteorologiche possono avere effetti negativi sulla salute, non solo per i gruppi a rischio come anziani e bambini molto piccoli, ma anche per persone in salute e attive.

Il bollino rosso, indica condizioni di emergenza che possono avere effetti negativi sulla salute non solo delle persone a rischio, come anziani, bambini molto piccoli e persone con malattie croniche, ma anche di persone sane e attive. “Tanto più prolungata è l’ondata di calore, tanto maggiori sono gli effetti negativi attesi sulla salute,” avverte il Ministero.

Raccomandazioni

Bere molta acqua per mantenersi idratati.
Utilizzare ventilatori o condizionatori per raffreddare l’ambiente.
Evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata.
Indossare abiti leggeri e traspiranti.
Fare attenzione ai sintomi di colpi di calore e agire tempestivamente.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top