Pallanuoto: Sogno infranto per l’Auditore: Florentia vince ai rigori e raggiunge la Serie A1

fonte: WeSud

L’Auditore ha visto il suo sogno di promozione in Serie A1 svanire nella gara 2 contro la Florentia, in un match combattuto e deciso ai tiri di rigore. Quelli stessi rigori che avevano sorriso ai crotonesi nella semifinale contro il Chiavari, questa volta hanno avuto un esito diverso a causa degli errori di Tkac e Orlando, consentendo alla Florentia di conquistare la promozione.

Nonostante la sconfitta, l’Auditore ha guadagnato applausi e consensi al termine di una doppia sfida che ha messo in luce il grande carattere e temperamento della squadra. La loro prestazione, nel momento più importante della stagione, ha confermato la qualità degli uomini di Arcuri, che possono chiudere l’anno con un bilancio straordinario e guardare al futuro con ottimismo. Tuttavia, rimane l’amarezza per quel gol di Privitera, che avrebbe segnato il 9-8 con meno di un secondo da giocare, ma è stato annullato dagli arbitri poiché ritenuto fuori tempo massimo. Una revisione VAR, come suggerito dal coach Arcuri, avrebbe potuto ribaltare la decisione e premiare l’impegno dei crotonesi.

La partita è stata caratterizzata da un equilibrio costante, con le due squadre sempre vicine nel punteggio. L’Auditore ha cercato di prendere il comando verso metà gara, ma la Florentia ha risposto prontamente, mantenendo il punteggio in parità fino al termine dei tempi regolamentari, chiusi sull’8-8. Il gol del vantaggio calabrese è stato realizzato da Caliogna (autore di una tripletta), mentre il pareggio definitivo dei toscani è arrivato grazie a Carlo Di Fulvio (sesto gol personale) a 5 minuti dalla fine della partita.

Ai tiri di rigore, decisivi sono stati gli errori di Tkac e Orlando per l’Auditore. Tutte le conclusioni della Florentia, guidata da Minetti, sono andate a segno. Al termine della partita, la Florentia ha festeggiato il traguardo raggiunto, mentre l’Auditore ha dovuto fare i conti con un’occasione persa. Tuttavia, i crotonesi possono esibire un infinito orgoglio per quanto prodotto durante una stagione che è mancato solo di un lieto fine.

RN L. AUDITORE – RN FLORENTIA 10-12 (8-8 dtr)

RN L. AUDITORE: G. Vasovino, M. Chiodo 1, M. Abela, D. Zovko, G. Candigliota, M. Tkac, M. Giacoppo, R. Spadafora, F. Lapenna 1, A. Privitera 3 (due rigori), L. Orlando, E. Caliogna 3, P. Palermo, D. Marrazzo. All. F. Arcuri.

RN FLORENTIA: M. Cicali, G. Generini, M. Stocco, C. Di Fulvio 6, T. De Mey 1, M. Calamai, T. Turchini, G. Cardoni, G. Chemeri, N. Benvenuti 1, S. Sordini, A. Di Fulvio, G. Gioia, C. Mancini. All. L. Minetti.

Arbitri: Navarra e Giacchini.

Note: Parziali 1-2, 3-1, 3-4, 1-1. Uscito per limite di falli Turchini (F) nel secondo tempo. Superiorità numeriche: RN L. Auditore 1/7 + due rigori, RN Florentia 3/12. Spettatori circa 200. Tempi regolamentari finiti in parità, seguono i tiri di rigore: C. Di Fulvio (F) gol, Privitera (A) gol, Sordini (F) gol, Giacoppo (A) gol, De Mey (F) gol, Tkac (A) sbaglia, A. Di Fulvio (F) gol, Orlando (A) sbaglia.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top