Rifiuti e ambiente a Crotone: il Comitato Fuori i Veleni incontra il Prefetto

fonte: WeSud

Si è tenuto oggi un incontro significativo tra una delegazione del Comitato Fuori i Veleni Crotone Vuole Vivere e la Prefettura di Crotone. Durante l’incontro, il Comitato ha avanzato diverse richieste e consegnato documentazioni importanti, sottolineando le preoccupazioni ambientali e sanitarie legate al territorio crotonese.

La delegazione ha consegnato la petizione lanciata il 6 aprile 2024, correlata alla Conferenza dei Servizi (CDS) del 3 maggio 2024, insieme alle firme raccolte sia online che in modalità cartacea. Inoltre, è stata presentata una nota inviata al Consiglio Regionale il 20 maggio 2024, e una lettera indirizzata al Presidente della Regione Calabria. Quest’ultima, recapitata per conoscenza anche alla Giunta Regionale e ai Consiglieri Regionali di maggioranza e opposizione, richiede la sospensione degli effetti e dell’efficacia del Piano Regionale dei Rifiuti.

Il Comitato ha espresso preoccupazione per le gravi conseguenze che il Piano Regionale dei Rifiuti potrebbe avere su un territorio già fortemente compromesso e sottoposto a forti pressioni epidemiologiche sanitarie. Pertanto, hanno richiesto l’avvio straordinario di una Valutazione Ambientale Strategica di tutto il territorio crotonese.

Durante l’incontro, è stata ribadita la richiesta di intervento formulata il 20 giugno 2024, in vista della CDS del 26 giugno 2024. La richiesta si basa sull’art. 3 quinquies del D.Lgs. 152/2006, che permette alle Regioni di adottare misure di tutela più restrittive in presenza di situazioni particolari del territorio. Il Comitato ha sollecitato anche un intervento statale, rivolgendosi alla Prefettura ex art. 309 D.Lgs. 152/2006, in caso di danno o minaccia di danno ambientale.

Il Comitato ha espresso gratitudine al Prefetto e alla Prefettura per il continuo e vigile controllo effettuato sul territorio. Questo ringraziamento – si apprende da un comunicato diffuso –  è stato particolarmente sentito alla luce delle preoccupanti dichiarazioni di alcuni organi istituzionali, che insinuerebbero il sospetto che Crotone sia già meta incontrollata di rifiuti speciali e pericolosi.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top