Stop ai cellulari in classe dal prossimo anno scolastico, si torna al diario cartaceo

fonte: WeSud

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha annunciato un’importante novità per le scuole italiane. Durante il suo intervento al convegno ‘La scuola artificiale – Età evolutiva ed evoluzione tecnologica’ a Roma, il ministro ha dichiarato che a partire dal prossimo anno scolastico sarà vietato l’uso dei cellulari in classe, anche per scopi didattici, fino alla fine delle scuole medie.

Il Ministro ha spiegato che questa decisione è stata presa con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’insegnamento. “Ho firmato una circolare che vieta dal prossimo anno scolastico l’utilizzo del cellulare a qualsiasi scopo, anche didattico, perché non credo che si faccia buona didattica con un cellulare fino alle scuole medie,” ha affermato Valditara. Il divieto dei cellulari, tuttavia, non si estende all’uso di tablet e computer, che potranno essere utilizzati in classe sotto la guida del docente.

Oltre al divieto dei cellulari, il ministro ha annunciato il ritorno al diario cartaceo per i compiti a casa, una scelta che punta a valorizzare le tradizioni e a limitare la dipendenza dalle tecnologie digitali. Questa mossa intende anche promuovere un maggiore senso di responsabilità e organizzazione tra gli studenti.

La decisione di vietare i cellulari in classe è stata accolta con reazioni miste. Alcuni sostengono che potrebbe migliorare la concentrazione e l’attenzione degli studenti durante le lezioni, mentre altri ritengono che gli strumenti digitali, se utilizzati correttamente, possano arricchire l’esperienza didattica.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top