Vertenza Abramo C C: domani sindacati convocati a Roma per la cessione di un ramo d’azienda

fonte: WeSud

Domani, giovedì 13 giugno alle ore 10, si terrà presso la sede del Ministero delle Imprese e del Made in Italy a Roma un incontro cruciale per il futuro di Abramo Customer Care. I commissari straordinari dell’azienda, Federica Trovato, Silvia Boccia e Tiziano Onesti, hanno convocato le organizzazioni sindacali di categoria per discutere la proposta di vendita di un ramo d’azienda alla cordata Enosi Holding Srl e Steel Telecom Srl.

La vendita, già autorizzata dal Ministero, riguarda solo una parte dell’azienda, quella che gestisce la commessa TIM. Questo ha sollevato forti preoccupazioni tra i sindacati, che temono per il destino di circa 800 lavoratori che rischiano di rimanere esclusi dalla cessione.

Le organizzazioni sindacali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e UGL, insieme alle sigle sindacali regionali interessate, parteciperanno all’incontro per chiedere:

  • Maggiori tutele per i lavoratori: I sindacati chiedono condizioni contrattuali più favorevoli, che non penalizzino l’anzianità e la professionalità dei lavoratori. In particolare, si oppongono all’eliminazione degli incrementi automatici di stipendio e al sistema di remunerazione variabile proposto dalle aziende acquirenti.
  • Coinvolgimento di tutti i lavoratori: I sindacati chiedono che la cessione includa tutti i 1000 dipendenti Abramo, e non solo i 200 previsti dalla proposta attuale.

L’incontro di domani sarà un banco di prova importante per il futuro di Abramo Customer Care e dei suoi lavoratori. I sindacati sono determinati a ottenere condizioni di cessione più eque e che tutelino i diritti di tutti i lavoratori coinvolti.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top