Vertenza Abramo C C: i dipendenti della sede di Crotone interrompono l’attività ma restano in azienda

fonte: WeSud

Oggi, i dipendenti dell’azienda Abramo hanno deciso di interrompere l’attività presso la sede di Crotone, manifestando un profondo senso di incertezza e abbandono che li attanaglia da anni: nonostante siano presenti in azienda, nessuno sta svolgendo le normali mansioni lavorative.

La decisione è motivata dalla mancanza di risposte concrete alle loro preoccupazioni, con un senso di inerzia pervasiva da parte delle istituzioni. Per molti anni, l’azienda ha rappresentato una fonte di sicurezza e dignità per i dipendenti, ma negli ultimi tempi questa certezza è stata messa in discussione.

La situazione è ulteriormente complicata dalla recente notizia riguardante la cessione del ramo d’azienda di Abramo Customer Care, responsabile della commessa Tim, alla cordata composta da Enosi Holding e Steel Telecom. Sebbene l’operazione abbia ottenuto l’approvazione del Ministero delle Imprese e del Made in Italy lo scorso marzo, la sua completa attuazione è subordinata alla firma dei sindacati.

Tuttavia, c’è disaccordo tra le parti riguardo al numero di posti di lavoro garantiti dalla nuova proprietà. I sindacati non sono soddisfatti della proposta di acquisto in quanto non fornisce sufficienti garanzie occupazionali per i dipendenti.

In questo contesto di incertezza e tensione, i lavoratori hanno deciso di fare sentire la propria voce incrociando le braccia, nella speranza di ottenere maggiore chiarezza e tutela per il loro futuro lavorativo. La situazione rimane fluida, e sarà necessario un dialogo costruttivo tra le parti interessate per trovare una soluzione che tenga conto delle legittime preoccupazioni dei dipendenti e degli interessi dell’azienda e delle istituzioni coinvolte.

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top