Vertenza Abramo Customer Care: “Se perdiamo noi, perde tutta Crotone”

fonte: WeSud

La città di Crotone è attualmente al centro di una grave crisi occupazionale che minaccia di privare più di 500 lavoratori dei loro posti presso l’azienda Abramo Customer Care. Francesco Rocco e Loredana Assisi, due voci autorevoli tra i dipendenti, hanno espresso profonda preoccupazione e determinazione nel fronteggiare questa situazione critica.

La situazione attuale

Francesco Rocco
ha evidenziato l’urgente bisogno di chiarimenti e azioni concrete da parte delle autorità competenti. “Perdere a Crotone più di 500 stipendi è veramente un dramma,” ha dichiarato Rocco. “Il 30 giugno scadono le commesse e non abbiamo ancora certezze sui rinnovi o sulla continuità delle attività. La nostra incertezza è alimentata solo da voci non confermate.”

Loredana Assisi ha posto l’accento sul ruolo cruciale dei parlamentari e delle istituzioni locali nel trovare una soluzione. “L’economia di un paese non si mantiene con cassa integrazione e disoccupazione,” ha sottolineato Assisi con fermezza. “Noi non vogliamo essere lasciati senza lavoro. Vogliamo continuare a servire la nostra città e a contribuire alla sua economia. Se la politica non è in grado di trovare soluzioni, noi rimarremo qui a lottare per i nostri diritti.”

Impatto sulla comunità

Rocco ha ribadito che le conseguenze di questa crisi non si limiteranno ai soli lavoratori direttamente coinvolti. “Abbiamo tutti famiglie e molti di noi hanno più di uno stipendio in azienda,” ha spiegato. “La perdita dei nostri posti di lavoro avrà ripercussioni devastanti sull’economia locale. Non c’è un piano alternativo concreto. Se non ci sono opportunità qui, saremo costretti a lasciare la nostra città.”

Assisi ha chiamato in causa anche i cittadini di Crotone, invitandoli a sostenere la causa dei lavoratori. “Ogni posto di lavoro perso rappresenta un colpo per la nostra comunità,” ha affermato con emozione. “Abbiamo contribuito al tessuto economico locale per anni. Se perdiamo il nostro lavoro, non solo noi soffriremo, ma tutta la città ne risentirà.”

Appello per una soluzione immediata

Entrambi hanno concluso ribadendo la loro determinazione a rimanere nella sala consiliare in assemblea permanente finché non otterranno risposte soddisfacenti. “Chiediamo che venga convocato immediatamente il tavolo ministeriale per affrontare la vertenza Abramo Customer Care,” ha insistito Rocco. “È inconcepibile che, a pochi giorni dalla scadenza delle commesse, non ci sia ancora stata una convocazione ufficiale.”

Assisi ha concluso con un appello urgente: “La nostra città ha bisogno di noi. Siamo pronti a lottare per il nostro futuro e per il futuro di Crotone.”

Cosa ti interessa?

Esplora alcuni dei migliori consigli da tutta la città da parte dei nostri partner

To top